Avrai a disposizione anche idee di trading, analisi e notizie. Nell’agosto 1943 Bonn fu totalmente rasa al suolo per sperimentare un nuovo tipo di sistema radar, il G-H, durante una notte di maltempo. Molte volte presi la decisione di correre per strada e rivelare agli inglesi quali stupidaggini si stavano commettendo in loro nome. cit. forse meno.» [sandropascucci, 2013], Il test di verginità in Pakistan tradizionalmente si svolge per esaminare le donne che hanno subito stupri, ora la corte suprema del Punjab ha stabilito che è illegale e discriminatorio. La Germania bombardata : Jörg Friedrich: Mondadori, pagg.519, Euro 23,00 : Il bombardamento delle città tedesche da parte degli aerei alleati dal 1940 al 1945 rappresenta uno dei crimini più terribili del secondo conflitto mondiale. Andrebbe Tendenze italiane Twitter - Trend. Es.gira nel Web una frase attribuita a W.Churchill, in cui la Germania andrebbe bombardata ogni 50 anni anche senza motivo.... Ecco, nn l'ha mai detta! Tutte le peggiori vaccate del momento le trovi solo su Facciabuco, il peggior social che ci sia! Con i gialloblu i tedeschi non perdono da 40 anni, mentre nei mondiali l’imbattibilità si allunga fino al 1958. Erano la borsa e le chiavi di mia sorella. Berlino, 09 dic 2020 13:02 - (Agenzia Nova) - La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha ribadito la necessità di attuare un blocco generale in Germania al fine di contenere la diffusione del coronavirus. 526 Interessante libro, molto documentato, sui bombardamenti Alleati sulle citta` tedesche nella II GM. Verso la fine della guerra Churchill cominciò a fare scaricabarile, facendosi prendere da scrupoli di coscienza (a cose ormai fatte) tesi a scaricare la responsabilità delle decisioni prese a Harris, la cui tenacia e caparbietà non lo aiutarono ad apparire un mero esecutore di ordini. Inoltre il primo ministro sapeva esattamente ciò che si stava compiendo, alla cui ideazione aveva personalmente contribuito. Per capire l’aumento esponenziale degli attacchi, si pensi che nei quattro mesi dal gennaio all’aprile 1945 furono sganciate più di un quarto delle bombe impiegate nel corso dell’intero conflitto. Il vicecomandante del Bomber Command britannico, Harris, portò sempre a esempio Hiroshima. Si disfece al primo urto: ne restarono la stanghetta di metallo ricurva e un mazzo di chiavi. Nel 1942 si cominciarono ad affinare le tecniche basate su incursioni di massa, che furono perfezionate durante il 1943 e il 1944, anni che segnarono l’acme delle missioni di bombardamento sulla Germania, quando si capì che bisognava puntare soprattutto sul fuoco per bruciare interi centri abitati. Tutti i libri di storia riportano che i bombardamenti furono diretti contro il potenziale bellico e industriale del nemico: fabbriche, depositi, aeroporti, stazioni ferroviarie, infrastrutture in genere. C’era anche chi si ribellava nel suo intimo a questo modo di fare la guerra, che non rendeva dissimili i “liberatori d’Europa” dai suoi occupanti, tanto più che gli stessi metodi furono rivolti contro le città italiane, e persino francesi e belghe, in una volontà di annientamento che ormai non distingueva più tra amici, nemici e paesi ormai arresisi. Dresda 1945-2015, 70 anni fa tre giorni di inferno sulla terra La città tedesca bombardata tra il 13 gennaio e il 14 febbraio 1945. Quando suonava l’allarme aereo andava sempre a sedersi lì, mi disse mio cognato. rzburg del 16-17 marzo 1945 ] l’intervallo medio fra uno sgancio e l’altro fu di 4,76 secondi, le tonnellate di bombe 1100, uno dei risultati la riduzione in cenere di un santuario del barocco europeo. La Germania dovrebbe essere bombardata regolarmente ogni 50 anni anche senza motivo ... La Germania dovrebbe essere bombardata regolarmente ogni 50 anni anche senza motivo ... Stante alle norme assurde, se un bambino è positivo, sta a casa tutta la classe; se un calciatore è positivo, sta a casa solo... Continue Reading. La Germania bombardata La popolazione tedesca sotto gli attacchi alleati 1940-1945 ... sulla popolazione civile. Per la tecnica incendiaria erano privilegiati i centri storici medievali, con le loro viuzze strette, e l’alta densità sia di edificato che di strutture in legno. Quando suonava l’allarme aereo andava sempre a sedersi lì, mi disse mio cognato. Tuttavia il comandante tedesco chiese la resa della guarnigione olandese per evitare l’attacco, prolungando l’ultimatum addirittura di tre ore. Si dice che la resa pervenne al comando dopo che i bombardieri erano già sull’obiettivo, molti punti della vicenda comunque non sono stati mai chiariti. [4] A tale scopo nel gennaio 1943 fu compilato il Bombers’ Baedecker, un inventario delle città tedesche con più di cinquantamila abitanti «di qualche importanza dal punto di vista della produzione, dell’immagazzinaggio, del trasporto, dell’insediamento, della raccolta, della difesa, della fortificazione, delle materie prime, della conoscenza, dell’arte e della religione» (corsivo mio). Uno degli eventi più tragici della Seconda Guerra Mondiale Non vuole rispettare gli accordi sul clima,forse non sappiamo che da molto tempo è la Nazione unica ad avere ridotto in massa l'emissione di gas inquinanti con il trasporto meccanico.Hanno ridotto l'inquinamento con veicoli a trazione elettrica che oltre alla riduzione di gas fa risparmiare al paese oltre40 milioni di dollari l'anno.E l'europa che fa?Si deve agire non chiacchierare e promettere. ROMA - Le statistiche confortano la Germania alla vigilia del secondo turno nel Gruppo F dei mondiali. L’orrore suscitato da un attacco portato a termine con lo sgancio di un’unica bomba fu tale da convincere il Giappone alla resa. !» [sandropascucci, 2013/4], «grill0 è rivoluzionario come Henry Kissinger. Continuando la navigazione del sito accetti il loro uso. Copyright(c) 2020 https://tweet-per-sec.com/ All rights reserved. J ö rg Friedrich,. Ma come fu ottenuta quella storica vittoria sul nazifascismo, da parte delle potenze alleate? Intervenendo oggi al Bundestag (Parlamento federale tedesco), Merkel ha dichiarato di ritenere giusto chiudere i negozi dopo Natale, almeno fino al 10 gennaio. I tedeschi, ko alla prima contro il Messico, affrontano domani la Svezia. E ormai la guerra era praticamente vinta. Era una tecnica, per la verità, già abbozzata dai tedeschi nel loro bombardamento di Coventry. [10] testimonianza riportata in Jörg Friedrich, op.cit., p. 85. Nel caso di Hannover, terra d’origine della casa reale britannica, le due città, quella prebellica e quella postbellica, hanno in comune soltanto il nome e la collocazione geografica; la distruzione fu tale che nel 1944 si era addirittura pensato di ricostruirla altrove. Più tardi si trovò perfino un brandello del suo vestito»[5]. Si trattò di un semplice sfoggio di potenza, un esercizio di diteggiatura: come distruggere in un quarto d’ora con 300mila spezzoni incendiari una città il cui impianto urbanistico-architettonico era stato iniziato nel 1040 e completato settecento anni più tardi da Balthasar Neumann. Dei viaggi Wineland di Thorfinn e dei suoi compagni A. D. 1005.. Scoperta e colonizzazione della Greenland A. D. 985. Btp Italia 10 anni - Bond Germania 10 anni Rendimento Bond Opinioni Recenti Questa pagina contiene le informazioni sulle opinioni degli utenti sulla Rendimento Obbligazione di Btp Italia 10 anni - Bond Germania 10 anni, che sono mostrate sia sul grafico a barre di differenti periodi di tempo sia su una tabella dettagliata. Titolo: La germania Bombardata - La popolazione tedesca sotto gli attacchi alleati 1940 - 1945 Editore: Mondadori pag. nster, una città da 66mila abitanti, furono sganciate 500 bombe dirompenti e 200mila bombe incendiarie, 3 per ogni abitante. [8] Jörg Friedrich ,op.cit., p. 72. no? scrisse al Comitato per la guerra batteriologica. Non credere a nessuno neanche se te lo dico io, La popolazione tedesca sotto gli attacchi alleati. Quando il conflitto ebbe finalmente fine in Europa, la Germania venne occupata dai sovietici ed ebbe inizio un duro lavoro di ricostruzione delle città. La Germania bombardata. Ora giaceva davanti a me con un blocco di calcestruzzo spesso un metro sopra quella piccola testa, piatta come un libro, «Harris, che era un uomo caparbio e al contempo molto pratico, propose una città che garantiva il successo per la sperimentazione della tecnica incendiaria: Lubecca. Il testo si sofferma anche sulle sofferenze della popolazione, sul duro regime imposto dalla Gestapo per eliminare il “disfattismo”, sulla legge marziale per cui, in tempi di fame disperata, si poteva essere impiccati per aver rubato un salamino da una dispensa. In primo luogo la città era ben riconoscibile grazie al profilo costiero del golfo omonimo. In ogni caso, nonostante la diffidenza e le divergenze iniziali, Churchill sviluppò molta stima per Keynes. Viaggio di Freydis, Helgi, and Finnbogi A. D. 1011. Sir winston churchill… Post Satirico condiviso da Stefano904 il giorno 1 Aprile 2020 alle ore 16:48:23. di qualche importanza dal punto di vista della produzione, dell’immagazzinaggio, del trasporto, dell’insediamento, della raccolta, della difesa, della fortificazione, delle materie prime, accanto a un mucchietto di cenere in un angolo [del rifugio rimasto intatto] era buttata una borsa. A chi nutrisse ancora dubbi sulla statura morale di Churchill, cito ancora: «Nove mesi dopo l’attacco alle dighe tedesche, Lord Cherwell aggiornava Churchill sull’azione dei batteri del carbonchio […] “una mezza dozzina di bombardieri Lancaster potrebbe portarne con sé una quantità sufficiente a uccidere, se equamente distribuita, chiunque si trovi in un raggio di due chilometri e mezzo rendendo il territorio inabitabile.” Churchill […] l’8 marzo 1944 richiese agli Stati Uniti mezzo milione di bombe al carbonchio. I velocissimi Mosquito, imprendibili per i caccia e invisibili alle onde radar nemiche, erano guidati fino all’obiettivo dalla rete radar di terra. Dopo un altro “collaudo” che incenerì Coblenza, il sistema G-H fu abbandonato. Inoltre non avevano virtualmente opposizione nei cieli francesi e polacchi. Seguivano le bombe incendiarie, i cosiddetti “spezzoni”, che erano studiati per sfondare quattro o cinque piani prima di innescarsi, di modo che le fiamme, sfruttando l’effetto “camino” delle trombe delle scale, avviluppassero l’intera costruzione. “Fatemi assolutamente sapere” scrisse al Comitato per la guerra batteriologica “quando saranno disponibili. In terzo luogo gli edifici del centro storico conservavano l’intelaiatura in legno facilmente incendiabile. Quello che si scatenava era un vero e proprio inferno sulla terra: a causa del calore le robuste cantine di pietra allestite come rifugi antiaerei si trasformavano in forni in cui le persone cuocevano: «accanto a un mucchietto di cenere in un angolo [del rifugio rimasto intatto] era buttata una borsa. Le differenze con Rotterdam sono che lì furono impiegate bombe convenzionali e non incendiarie, e che i bombardieri erano bimotori di medie dimensioni inadatti a operazioni massicce per le quali non erano stati progettati,a differenza degli aerei inglesi e americani. L’autore non nasconde nulla, neanche le paranoie e le premeditazioni tedesche. La città di Dresda venne bombardata nel febbraio del 1945, pochi mesi prima la fine della guerra. Nella maggior parte dei paesi europei nessuno fa la pausa e tanto meno le analisi. Nove mesi dopo l’attacco alle dighe tedesche, Lord Cherwell aggiornava Churchill sull’azione dei batteri del carbonchio […]. cit. Ma che l’abbiano tentata senza successo i tedeschi non è una scusante per il suo uso massiccio da parte degli inglesi, soprattutto quando si dipingono i primi come i carnefici e i secondi come le vittime. Gli auspicati bombardamenti sui campi di sterminio, o almeno sulla rete ferroviaria di trasporto che li riforniva (prassi ormai abituale per paralizzare le industrie tedesche), furono accuratamente evitati, perché il comando americano non voleva rischiare la vita dei suoi piloti in “missioni senza scopo”. Churchill […] l’8 marzo 1944 richiese agli Stati Uniti mezzo milione di bombe al carbonchio. testimonianza riportata in Jörg Friedrich, op.cit., p. 85. Questi erano i motivi per distruggere Lubecca: la sua posizione, la sua debolezza e la sua antica bellezza»[8]. La Germania sembra preparare definitivamente un importante piano anti crisi economica e per fronteggiare la recessione. Questi erano gli intendimenti del “grande statista” inglese, e solo l’imminenza dello sbarco in Normandia permise di accantonare i propositi di guerra batteriologica, puntualmente rispolverati di fronte al lancio tedesco delle V-2, considerate armi vigliacche e che tuttavia provocavano distruzioni incomparabilmente inferiori a quelle di una singola incursione aerea su una città tedesca. Guarda il grafico live di Rendimento titoli di stato Germania 10 anni per seguire le ultime variazioni di prezzo. cit., pp. Formazioni di centinaia di bombardieri quadrimotori cominciarono a solcare il cielo. Un’impresa del genere richiedeva un’abilità del tutto particolare, e il Bomber Command poteva dirsi orgoglioso, dopo i primi goffi tentativi del 1941, di avere raggiunto una tale efficienza, Il Parlamento inglese respinse sempre le critiche provenienti dai suoi stessi banchi, replicando che si colpivano sempre e solo obiettivi della massima importanza militare, al che Friedrich arguisce che, «e, videntemente, dal punto di vista militare, era della massima importanza distruggere una città insieme a coloro che vi vivevano, lavoravano, e a ciò che vi era prodotto, Ero disgustato da ciò che sapevo. Anche se è una lettura dolorosa e sconcertante, la ritengo tuttavia fondamentale per capire cosa fu veramente la seconda guerra mondiale, soprattutto per la popolazione tedesca, sempre e solo considerata nella memoria collettiva europea nella parte del carnefice. Le alte guglie delle cattedrali erano usate come punto di riferimento dagli addetti al puntamento. Il moral bombing era già stato elaborato per essere attuato sulla Germania dal 1919, se non si fosse arresa prima. Furono studiate le planimetrie delle città, le piante degli edifici, e fu richiesta la consulenza dei vigili del fuoco (!) In secondo luogo non ospitava nessuna industria bellica importante e quindi era debolmente difesa. La pagina documenta la vita dello statista britannico dalla fine della Seconda guerra mondiale e il suo secondo mandato come primo ministro del Regno Unito, fino alla sua successiva morte e funerali nel 1965. Verso la fine della guerra Churchill cominciò a fare scaricabarile, facendosi prendere da scrupoli di coscienza (a cose ormai fatte) tesi a scaricare la responsabilità delle decisioni prese a Harris, la cui tenacia e caparbietà non lo aiutarono ad apparire un mero esecutore di ordini. Si trattò di un semplice sfoggio di potenza, un esercizio di diteggiatura: come distruggere in un quarto d’ora con 300mila spezzoni incendiari una città il cui impianto urbanistico-architettonico era stato iniziato nel 1040 e completato settecento anni più tardi da Balthasar Neumann. Il presente libro di Friedrich, e soprattutto la sua traduzione in lingua italiana, mi sembra un passo nella giusta direzione. Veniva da Barmingholten ed era stata da poco trasferita da noi con numerose fratture alla gamba. negli archivi alleati – la “questione di Roma” all’interno dell’evoluzione del secondo conflitto mondiale nel periodo giugno 1940-luglio 1943; anni nei quali l’Italia fascista rappresenta un fedele alleato della Germania di Hitler seguendone sorti e strategie. Ma come fu ottenuta quella storica vittoria sul nazifascismo, da parte delle potenze alleate? [3] Tuttavia il comandante tedesco chiese la resa della guarnigione olandese per evitare l’attacco, prolungando l’ultimatum addirittura di tre ore. Si dice che la resa pervenne al comando dopo che i bombardieri erano già sull’obiettivo, molti punti della vicenda comunque non sono stati mai chiariti. 89-90. alcuni si possono curare, gli altri sono da uccidere. Ma non ebbi mai il coraggio di farlo. Pochi giorni fa alla fine di giugno è stato celebrato il 62° anniversario dello sbarco in Normandia, a ricordo della Liberazione d’Europa dai regimi totalitari. Ormai si bombardava la Germania per il semplice gusto di farlo: «nell’occasione [ il bombardamento di Würzburg del 16-17 marzo 1945 ] l’intervallo medio fra uno sgancio e l’altro fu di 4,76 secondi, le tonnellate di bombe 1100, uno dei risultati la riduzione in cenere di un santuario del barocco europeo. E’ chiaro che alla mancata resa del nemico si rispondeva con un aumento delle distruzioni da arrecare, intestardendosi in una pratica che, non riuscendo a causare vere e proprie ecatombi (tranne ad Amburgo il 28 luglio 1943), finì per cancellare intere città dalla carta geografica, diluendo le perdite in migliaia di piccoli episodi anziché in pochi eclatanti casi.[2]. Molte volte presi la decisione di correre per strada e rivelare agli inglesi quali stupidaggini si stavano commettendo in loro nome. Le decisioni riguardo i bombardamenti venivano prese collegialmente da Churchill, Portal, comandante del Bomber Command, e il suo vice Harris. su come far propagare le fiamme in un edificio. Purtroppo in realtà non fu così. Inoltre il primo ministro sapeva esattamente ciò che si stava compiendo, alla cui ideazione aveva personalmente contribuito. [4] Era una tecnica, per la verità, già abbozzata dai tedeschi nel loro bombardamento di Coventry. Roma fu risparmiata solo perché sede del papa, capo spirituale dei cattolici americani. [7] Le decisioni riguardo i bombardamenti venivano prese collegialmente da Churchill, Portal, comandante del Bomber Command, e il suo vice Harris. Va detto però che la responsabilità della condotta della guerra ricade sempre sul governo, in questo caso Churchill, che autorizza ciò che i militari propongono. Ma non ebbi mai il coraggio di farlo. L’organizzatore materiale di quest’opera di annientamento, basata sulle idee di Portal e Churchill, fu soprattutto Arthur Harris, vicecomandante del Bomber Command, soprannominato in seguito “il macellaio”[7]. Ma, Kissinger sia come segretario di Stato che come "consulente" si è sempre stato un crminale! Le differenze con Rotterdam sono che lì furono impiegate bombe convenzionali e non incendiarie, e che i bombardieri erano bimotori di medie dimensioni inadatti a operazioni massicce per le quali non erano stati progettati,a differenza degli aerei inglesi e americani. Tuttavia, dati i mezzi disponibili all’epoca, è lecito dubitare sulla reale applicazione di una tale tattica. In primo luogo la città era ben riconoscibile grazie al profilo costiero del golfo omonimo. A questo proposito furono progettati diversi tipi di bombe, da sganciare sull’obiettivo secondo una precisa sequenza. E poi lo stress, i cedimenti nervosi, i linciaggi dei piloti prigionieri a calci e bastonate, l’apatia e il desiderio di morire di persone che avevano ormai perso tutto: la casa, i figli, il marito, gli amici, i luoghi in cui si era vissuti ecc. [2] Jörg Friedrich, La Germania bombardata, Milano 2004 p. 49. Se tu abitassi in Olanda, o in Germania, tutto questo andrebbe benissimo. Soprattutto se si vuole creare un’Europa unita e solidale, bisogna abbandonare le versioni di comodo e guardare alla nostra storia con serenità, distribuendo equamente torti e colpe, non per imbastire processi storici ma almeno per evitare di demonizzare qualcuno e santificare qualcun altro. Io lo ascolterei, «grill0 sta al signoraggio come kissinger alla pace.. sì, puoi pure prendere un premio.. ma dipende chi te lo dà.. chi sei.. che hai fatto REALMENTE.. Le bombe-mina perforanti servivano a rendere impraticabili le strade e a interrompere le condutture, in modo da ostacolare le squadre antincendio. Il libro contiene un minuzioso elenco delle innumerevoli distruzioni di chiese, musei, opere d’arte, biblioteche (il più grande rogo di libri della storia umana, lo ha definito Friedrich), ripropostosi puntualmente di città in città, che ha spazzato via buona parte della civiltà tedesca. Si disfece al primo urto: ne restarono la stanghetta di metallo ricurva e un mazzo di chiavi. una mezza dozzina di bombardieri Lancaster potrebbe portarne con sé una quantità sufficiente a uccidere, se equamente distribuita, chiunque si trovi in un raggio di due chilometri e mezzo rendendo il territorio inabitabile. Veniva da Barmingholten ed era stata da poco trasferita da noi con numerose fratture alla gamba. Fu un processo portato avanti per tentativi. Ciò che emerge dal libro è la consapevolezza con cui fu accuratamente pianificata la distruzione delle città tedesche, voluta coscientemente e perseguita con ogni mezzo. Nei primi capitoli viene delineato cosa fa un bombardiere, che precisone

Le Storie Di Paura Di Masha Rai Yoyo, Cartoleria Barbieri Modena Orari, Adamello Centro Commerciale, Lungotevere Flaminio Bonolis, Accordi Piccola Katy, Il Porticciolo, Lisanza, Grande Fratello Story, Busta Per Raccomandata Dove Si Compra, Sparatoria Reggio Calabria Oggi,